video corpo

{{{sourceTextContent.title}}}

PERCHÉ DOVREI OPTARE PER LA TECNOLOGIA DLP® INVECE CHE PER LA TECNOLOGIA SLA O MATERIAL JETTING 3D PER APPLICAZIONI DENTALI?

Prodways
Aggiungi ai miei preferiti MyDirectIndustry

{{{sourceTextContent.subTitle}}}

L'era dell'odontoiatria digitale è iniziata anni fa, quando i laboratori odontotecnici integravano sistemi CAD/CAM nei loro processi. Ma era solo l'inizio di una rivoluzione, che è letteralmente esplosa con l'adozione delle prime stampanti 3D.

La produzione additiva ha spinto molto avanti la digitalizzazione del flusso di lavoro del laboratorio, migliorando l'efficienza e la precisione e aprendo la strada a nuove applicazioni innovative come Clear Aligners, qualcosa di impraticabile con i metodi di produzione tradizionali.

Le stampanti 3D che si trovano nei laboratori odontotecnici sono di tre tipi: DLP®, SLA e Material Jetting.

Anche se ognuna di queste tecnologie può adattarsi a diverse esigenze specifiche, è vero che per risultati precisi, veloci e coerenti la tecnologia DLP® è chiaramente quella vincente. Vediamo perché e come.

I VANTAGGI DI DLP® VS SLA (E MATERIAL JETTING)

1/ Maggiore risoluzione dei dettagli: a seconda del DLP® utilizzato, la caratteristica minima stampabile può essere di 40µm, mentre con SLA la media è compresa tra 120µm e 180µm, un valore legato alla dimensione dello spot del raggio laser.

E anche se teoricamente è possibile raggiungere dimensioni del fascio più piccole, il drastico aumento del tempo di stampa non lo rende un'opzione praticabile

2/ Maggiore precisione: è bene non confondere i concetti di risoluzione e di precisione, anche se sono in qualche modo collegati. La risoluzione è la più piccola dimensione di caratteristica che si può raggiungere, mentre la precisione è quanto la misura è vicina al valore reale.

Come esempio, si può avere una stampante con una risoluzione molto alta, ma di scarsa precisione. Ciò significa che i vostri pezzi saranno lisci e dettagliati, ma totalmente fuori misura in termini di dimensioni, scala e forma rispetto al file STL originale.

Tuttavia, quando si tratta di tolleranze delle parti stampate, DLP® vince contro SLA anche nella precisione.

3/Si tratta di una tecnologia di stampa 3D più veloce, grazie all'elevata energia erogata alle resine (rispetto al display LCD) e all'assenza di dipendenza dalle dimensioni della geometria del pezzo (rispetto allo SLA).

Per ogni strato, l'UV DLP® proietta immagini ad alta intensità della fetta completa dell'oggetto che si sta stampando, mentre con lo SLA il laser deve "dipingere" la sezione dell'oggetto, letteralmente lo stesso che si farebbe con un pennarello su un foglio di carta. Quindi, geometrie più grandi richiedono più tempo, mentre con i DLP® la dimensione del pezzo non influisce sulla velocità di stampa.

4/ Supporti più economici: Rispetto alla tecnologia a getto di materiale, la quantità e i costi del materiale necessario per il supporto vanno da zero ad una frazione.

5/ Affidabilità: I DLP® sono genericamente più affidabili delle soluzioni laser+galvanometri, non soffrono di problemi di intasamento delle testine di stampa (le testine di stampa sono utilizzate nella tecnologia a getto) e non hanno perdite di precisione nel tempo.

6/ Prezzo d'acquisto: I DLP® industriali sono di solito meno costosi degli SLA industriali

Modello dentale stampato con LD10
{{medias[142895].title}}

{{medias[142895].description}}